Condividi
Andare in basso
lucisano domenico
lucisano domenico
Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 11.12.18

LE AUTOFATTURE DI TIM A NOME DELL'AFFILIATO

il Mar Gen 15, 2019 6:07 pm
TRATTIAMO QUI DELLE AUTOFATTURE DI TIM A NOME DELL'AFFILIATO, QUELLE – PER INTENDERCI – DOVE IL  PREFISSO "AUTO" STA, NEI FATTI E NELLE EVIDENZE E COME TUTTI BEN SAPPIAMO,  PIU' CHE ALTRO A SIGNIFICARE "A PROPRIO USO E CONSUMO"!

E VOLETE SAPERE COME TIM, SULL'ARGOMENTO,A FRONTE DEI NOSTRI NUMEROSI  E CIRCOSTANZIATI RILIEVI IN ATTO DI CITAZIONE, HA GIUSTIFICATO IL SUO OPERATO, NELLA SUA COSTITUZIONE DI PARTE?
CON QUESTA SEMPLICE ED UNICA FRASE:

"E' chiaro che ciò risponde semplicemente ad una necessità organizzativa dettata dall'affiliazione di migliaia di punti vendita in tutta Italia."

FOCALIZZANDOSI, CONVENIENTEMENTE,' SOLTANTO SULLA DELEGA DI CUI ALL'ART.15.3 E GLISSANDO COMPLETAMENTE SULLE, PARTICOLARISSIME (NEL SENSO DI GENERICISSIME ED AMBIGUE) MODALITA' CON CUI TALI FATTURE VENGONO COMPILATE.

ORA E' FUORI DI DUBBIO CHE LA EMISSIONE DELLA FATTURA DA PARTE DEL CLIENTE SIA  PREVISTA DALLE NORME VIGENTI; E CHE QUELLE STESSE NORME RAMMENTANO PURE CHE LA RESPONSABILITA' DELLA  REGOLARITA' FORMALE E FISCALE DEL DOCUMENTO CONTABILE RESTA SEMPRE IN CAPO ALL'AFFILIATO.

OVVERO  PER QUALSIASI SCHIFEZZA FORMALE O SOSTANZIALE DI TALI DOCUMENTI CONTABILI LA RESPONSABILITA' E' SEMPRE DEL C.D. "PARTNER"  L'ONNIPRESENTE PARAFULMINE  SU CUI SCARICARE TUTTE LE CONTRADDIZIONI DEL SISTEMA.

E FORSE, PROPRIO PER QUESTA CIRCOSTANZA, TIM COMPILA TALI FATTURE IN TERMINI DEL TUTTO IMPROPRI QUANDO NON IRREGOLARI, CON DESCRIZIONI GENERICHE SE NON INCONCLUDENTI, QUANTITA’ IDENTIFICATE CON  1 (UNO) QUANDO COSI’ NON E’ E PER LO PIU’ SENZA LA SPECIFICA DEL PREZZO UNITARIO, ADDIRITTURA AVVENTURANDOSI AD EDITARE ASSIEME ALLA FATTURA UNA  C.D. DISTINTA, DOVE CHI PENSA DI RECUPERARE QUALCHE ELEMENTO DIRIMENTE, TROVA INVECE ESATTAMENTE LA COPIA DELLA FATTURA....  


TUTTO CASUALE? NO, TUTTO CALCOLATO!

L’ART.2.2.2 della Circ. Dell'Agenzia delle Entrate (CIR) n. 45 /E del 19 ottobre 2005, precisa che  Anche in assenza di espressa previsione normativa, si ritiene che il cedente o prestatore debba autorizzare preventivamente il cliente o il terzo all’emissione della fattura e che entrambe le parti diano il consenso alle procedure di emissione da adottare. L’esigenza di dialogo tra le due parti discende, altresì, dalla necessità di comunicare gli elementi caratterizzanti l’operazione da fatturare e di rispettare l’obbligo di numerazione progressiva della fattura.

AL RIGUARDO VOI ALTRI CHE LEGGETE SIETE MAI STATI INTERPELLATI? TRANQUILLI, NEANCHE CHI SCRIVE!

LA FATTURAZIONE COSI’ FATTA E’ L’ULTIMO ANELLO DI QUEL PRECISO DISEGNO PER IL QUALE TELECOM, APPROFITTANDO
DELLA SOGGEZIONE DEGLI AFFILIATI,  ELIMINA ALLA RADICE QUALSIASI CONTESTAZIONE , SECONDO IL COLLAUDATO METODO DEL “COSI’ E’ SE VI PARE!”


POSSIAMO, PERTANTO, TRANQUILLIZZARVI SUL DUBBIO CHE VI ASSILLA, OVVERO SE CI SONO O CI FANNO.......
T R A N Q U I L L I   C I   F A N N O
E    L O   S A N N O    F A R E   A N C H E   M O L T O  B E N E
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum