Condividi
Andare in basso
lucisano domenico
lucisano domenico
Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 11.12.18

RAI3 REPORT: LA SPINA NEL FIANCO DELL'ITALIA SOMMERSA

il Lun Mar 04, 2019 6:14 pm
PREGIUDIZIALE: QUESTA VOLTA TIM NON C’ENTRA, MA CI PIACE CONSTATARE COME I FATTI ED I PERSONAGGI OGGETTO DELLE INCHIESTE DI RAI3 REPORT, O PRIMA O POI, RIESCONO AD ASSURGERE AGLI ONORI DELLA CRONACA IN MODO MOLTO PIU’ SCANDALOSO ED INDIGESTO.

RICORDATE IL SERVIZIO DI OTTOBRE 2018 FA SU  “CALCIO DROGA E MAFIA… E JUVENTUS”?

BENE, PROPRIO OGGI SU TORO.IT (https://www.toro.it/attualita/arrestato-puntorno-capo-ultra-juventus/1109581/) E’ APPARSA LA SEGUENTE NOTIZIA:

Leader dei “Bravi Ragazzi” Puntorno è stato messo in manette dalla Dia insieme ad altre 30 persone tra cui il nuovo capomafia di Agrigento
Calcio, droga e mafia: dopo le inchieste di qualche mese fa fatte dal programma Rai “Report“, si torna nuovamente a parlare di questioni che sono ben lontane dalle vicende dei campi della Serie A. Nella mattina di oggi, 4 marzo, infatti, un blitz della Dia, la Direzione Investigativa Antimafia, ha portato all’arresto ad Agrigento di oltre 30 persone tra cui anche il capo ultrà della Juventus, Andrea Puntorno, leader del gruppo “Bravi Ragazzi”. Come riportato da La Stampa e dai maggiori quotidiani del paese, Puntorno sarebbe stato individuato come l’intermediario dei clan mafiosi calabresi e agrigentini per il traffico di droga. Un “affare” che l’ultrà bianconero avrebbe continuato a gestire collaborando proprio con il nuovo capomafia di Agrigento Antonio Massimino, anche lui arrestato nell’ambito dell’indagine coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Palermo. Puntorno, il capo ultrà bianconero coinvolto nel bagarinaggio allo Juventus Stadium Andrea Puntorno, 42 anni leader del gruppo di ultrà bianconeri noti come “Bravi Ragazzi” non è un volto nuovo per la giustizia italiana. Già arrestato per droga nel 2012 e nel 2014, era anche coinvolto in un’attività di bagarinaggio al di fuori dell’Allianz Stadium. Attività di cui non solo non ha mai fatto mistero ma ha anche confermato direttamente all’interno dell’inchiesta portata allo scoperto dal programma Rai Report lo scorso ottobre: “Io non lo nego, anche perché vendere biglietti non è reato. Io personalmente non lo facevo, c’era chi lo faceva per me. Ho fatto tanti soldi, che ho investito in due case e un panificio. Lo sapete i biglietti da dove arrivano, dalla società, è stato sempre così“

Continua su: https://www.toro.it/attualita/arrestato-puntorno-capo-ultra-juventus/1109581/



MI SORGE, PERO',  SPONTANEA UNA DOMANDA:


SARA’ FORSE PER QUESTO MOTIVO CHE, NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI, COLORO CHE SONO OGGETTO DELLE INCHIESTE DI REPORT OPTANO PER IL BASSO PROFILO ED EVITANO DI REPLICARE A QUANTO VIENE LORO CONTESTATO?


SARA’ CHE, MAGARI, PENSANO CHE COSI’ LA BURIANA PASSI PIU’ IN FRETTA ED IN MODO INDOLORE??
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum